Duccio Canestrini antropologo
 
 
 
:: Home
Eventi
   Prossimi incontri
   Conferenze spettacolo
   Seminari e docenze
   Mostre
   Teatro
   Altri eventi
duccio@ducciocanestrini.it
Conferenze spettacolo

L'arte del naufragio | 28/10/2017 21:00 |

Storia del quadro di Théodore Géricault, La Zattera della Medusa (Le radeau de la Méduse, 1818) ispirato a un fatto di cronaca drammaticamente attuale.

image
 

Storia del quadro di Théodore Géricault, La Zattera della Medusa (Le radeau de la Méduse) ispirato a un fatto di cronaca, drammaticamente attuale, avvenuto due secoli anni fa: il naufragio della fregata francese Méduse al largo della costa senegalese, nel 1816. I notabili si salvarono sulle scialuppe, mentre circa 150 sciagurati vennero affidati alle onde su una grande zattera, ingovernabile, che presto andò alla deriva. Ad abusi, omicidi e disgrazie sopravvisse a malapena una decina di persone. Tra loro vi fu chi poi scrisse la cronaca, tremenda, di quei giorni. Il quadro, di enormi dimensioni (7 metri per 4) dipinto nel 1818 si trova a Parigi, al Louvre. Géricault letteralmente impazzì per dipingerlo, leggendo febbrilmente i diari dei sopravvissuti, costruendo un modellino della zattera, cercando di capire l'accaduto, frequentando l'obitorio per studiare cadaveri dal vivo. La Zattera di disperati  è ormai diventata un'icona evocativa nell’immaginario di tutti noi. La conferenza spettacolo “L’arte del naufragio”, oltre a raccontare la genesi del quadro e i fatti storici che ne determinarono la composizione, presenta anche tutte le caricature, le parodie, le ispirazioni, le derivazioni pittoriche, cinematografiche e teatrali del tema Zattera.

Organizza l'Associazione degli Amici dell'arte di Bolzano.


 
| Credits | Privacy |